Tax Day, 16 Settembre 2020, scadenze fiscali

Tax Day, 16 Settembre 2020, scadenze fiscali, ma cosa si paga?

Tax Day il 16 Settembre 2020, data di ripresa delle scadenze fiscali e versamenti sospesi durante il Lock Down per Marzo, Aprile e Maggio 2020: IVA, ritenute Irpef e contributi INPS.

Ma cosa si pagherà in questo Tax Day?

Scadenze fiscali ordinarie e straordinarie in arrivo.

Secondo il decreto legge n° 104 del 14 Agosto 2020 ha previsto la possibilità di reateizzare fino al 2022 il totale di imposte e contributi sospesi. La prima scadenza è fissata al 16 Settembre 2020, ma il totale dovuto potrò essere pagato a metà entro la fine dell’anno in corso e per un’ulteriore metà tra il 2021 e il 2022.

Questo 16 Settembre è la data, tax day per l’appunto, di ripresa dei versamenti dell’ IVA, delle ritenute Irpef e dei contributi INPS sospesi in un’unica soluzione o a rate.

Bisognerà eseguire il pagamento della prima rata o del totale delle tasse e dei contributi riferiti ai 3 mesi di sospensione: Marzo, Aprile e Maggio 2020.

Sono IVA, ritenute Irpef e contibuti INPS gli adempimenti al centro del calendario delle scadenze fiscali del 16 Settembre 2020, e ad essere chiamati al pagamento del dovuto sono i titolari di partita IVA ed i sostituti d’imposta.

Ecco i versamenti da effetture:

  1. ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati;
  2. trattenute relative all’addizionale regionale e comunale;
  3. IVA;
  4. contributi previdenziali e assistenziali;
  5. premi per l’assicurazione obbligatoria.

Il decreto Cura Italia prima e poi il DL Liquidità e Rilancio, hanno sospeso le scadenze di tasse e contributi per le imprese danneggiate dal famoso Covid-19. La proroga è stata subordinata al rispetto di determinati requisiti:

  1. calo di fatturato di almeno il 33% per i soggetti con ricavi/compensi sotto i 50 milioni;
  2. di almeno il 50% sopra tale soglia;
  3. soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione che hanno iniziato ad operare dal 1° aprile 2019.

I residenti nelle province di Bergamo, Cremona, Piacenza, Brescia, Lodi hanno goduto del rinvio senza verifica circa la soglia di fatturato e quindi esclusivamente a patto di aver subito una riduzione di fatturato pari almeno al 33 %.

Finito questo periodo di sospensione, è ora il tempo di fare i conti con la ripresa delle scadenze fiscali.

Il 16 Settembre 2020 si potrà scegliere se pagare in un’unica soluzione o a rate.

All’inizio si prevedeva la possibilità di pagare l’IVA e le altre imposte in un’unica soluzione o in 4 rate mensili di pari importo con prima scadenza da rispettare fissata al 16 Settembre 2020.

Per venire incontro alle richieste delle imprese e dei professionisti, con il decreto di Agosto il Governo ha prolungato la durata della rateizzazione, stabilendo che le tasse sospese nei mesi del Lock Down non andranno più saldate entro la fine del 2020 ma in 2 anni.

La prima scadenza, per l’appunto da tenere a mente resta quella del 16 Settembre 2020, data entro la quale si dovrà versare il 50 % del totale dell’importo dovuto ovvero la prima delle 4 rate mensili, da calcolare sempre sulla metà di IVA, ritenute Irpef e contributi INPS sospesi.

Il restante 50 % di ritenute Irpef, IVA e contributi INPS potrò essere versato nel 2021.

Nel decreto Agosto si prevede che il versamento del restante 50 % di imposte sospese possa essere pagato a partire dal 16 Gennaio 2021 ed in un massimo di 24 rate mensili di pari importo.

In sostanza si potrà dilazionare il pagamento della somma dovuta fino al 2022.

Indicazioni specifiche sulla rateizzazione lunga delle imposte sospese non sono ancora arrivate, ed è verosimile attendersi a giorni chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate e dall’INPS.

I dubbi più grandi riguardano il versamento dei contributi INPS. I titolari di partita IVA saranno obbligati a trasmettere entro il 16 settembre 2020 una comunicazione utile per dichiarare il possesso dei requisiti per l’adesione alla sospensione, nella quale bisognerà tra l’altro indicare se si vuole pagare in un’unica soluzione o a rate.

All’atto di inserimento dell’istanza, il contribuente dovrà selezionare l’articolo di legge che concede di accedere alla sospensione dei contributi, indicare i campi relativi ai codici di sospensione di appartenenza, il periodo interessato, il totale dell’importo da rateizzare ed il numero di rate prescelto.

La scelta circa il numero di rate non potrà essere in seguito modificata, ma c’è da segnalare che ad oggi l’INPS non ha ancora recepito le novità relative alla possibilità di rateizzare il debito tra il 2020, 2021 e 2022.

Insomma, ad ormai pochissimi giorni dal tax day del 16 settembre 2020 restano molti i dubbi da chiarire. La speranza che le indicazioni operative da parte degli enti preposti arrivino in tempo, per evitare un raddoppio di adempimenti a carico di imprese ed intermediari.



Ti è piaciuto l’articolo?



Commenta qui sotto e facci sapere cosa ne pensi di quest’argomento e condividi sui Social la Tua opinione a riguardo.

Vuoi aprire la Tua partita IVA?

Hai domande su come aprire il tuo ecommerce? Un negozio di frutta e verdura? Vuoi aprire il tuo negozio da parrucchiera? Contattami!

3274756858 via What’sApp o telefona in orario d’ufficio 09:30 – 17:30, o manda un’email esponendo il tuo caso alla mia email diretta: Dottoressa Romano Sabrina

Vuoi saperne di più su altre notizie che hai trovato in rete ma non ne abbiamo ancora parlato? Commenta qui sotto e chiedi pure!

Ecco gli altri articoli, clicca pure.

Ecco il nostro # hashtag ufficiale: #fiscogenova cercaci sul tuo Social preferito.

Ad esempio siamo su Instagram, Gruppo Telegram, Facebook, Skype, Gruppo What’sApp, Linkedin, Reddit, Google, What’sApp ufficio, Pinterest, Flikr, Tumblr, Twitter, Blogspot, MeWe, ed altri social minori, per tenervi informati con la nostra rubrica di notizie, secondo noi, più rilevanti e non solo prettamente fiscali.

Ed ecco il nostro motto, essendo approdati anche su Podcast: #senonhaitempoperleggereascoltaci – se non hai tempo per leggere, ascoltaci gratis su Spotify: Podcast #fiscogenova.

Siamo presenti anche su Youtube, seguici anche tu sul nostro canale ufficiale.

, #senonhaitempodileggereguardaci

Compra anche tu il mio salvadanaio consapevole!


Il Salvadanaio che ti fa risparmiare soldi facendoti capire dove dovresti limitare le spese!
Il Salvadanaio consapevole
Il tuo Salvadanaio per amico!, Il Bilancio casalingo che cercavi