Rottamazione quater 2024: quando scadono i prossimi pagamenti?

Ecco il calendario con le scadenze della rottamazione quater 2024: prossima scadenza a maggio.

Riprendendo i benefici della Definizione agevolata (“Rottamazione-quater”) stabilita dalla Legge n° 197/2022, è essenziale effettuare il pagamento della 4° rata entro il 31 maggio 2024, con un periodo di tolleranza di 5 giorni, quindi fino al mercoledì 5 giugno 2024.

Le rate rimanenti del 2024 devono essere saldate entro il 31 luglio ed il 30 novembre, seguendo le scadenze del piano individuale indicato nella Comunicazione delle somme dovute.

Proroga della Rottamazione Quater

Il Decreto Legge n. 215/2023, noto come Decreto “Milleproroghe“, ha posticipato al venerdì 15 marzo il termine per poter pagare le prime 3 rate della Definizione agevolata delle cartelle, senza costi aggiuntivi e mantenendo i benefici della “Rottamazione-quater”.

Secondo quanto cita la normativa:

  • i pagamenti dovuti il 31 ottobre 2023 e il 30 novembre 2023 saranno considerati in regola se effettuati entro venerdì 15 marzo;
  • entro la stessa data del 15 marzo, sarà possibile saldare anche la 3 rata, in scadenza il 28 febbraio 2024;
  • le prime 2 rate per le regioni dell’Emilia-Romagna, Toscana e Marche, inizialmente previste per il 31 gennaio e il 28 febbraio 2024, saranno differite al 15 marzo.

Per il termine del 15 marzo 2024, è previsto un periodo di tolleranza di 5 giorni, fino al mercoledì 20 marzo 2024, per il pagamento integrale.

Come poter pagare la Rottamazione Quater

Per i pagamenti è necessario avvalersi dei moduli allegati alla Comunicazione delle somme dovute, disponibili anche sul sito web nella sezione dedicata dell’Ader (Agenzia delle Entrate Riscossione) come nel link all’inizio di questo articolo.

Ricorda: in caso di mancato pagamento, o di pagamento oltre i 5 giorni di tolleranza o di versamento di importo inferiore al dovuto, si perderanno i benefici e quanto già versato sarà considerato “acconto sul debito residuo“.

Per ulteriori informazioni sulle modalità di pagamento, consultate la pagina dedicata, vi riporto qui il documento.

Le prossime rate del 2024 dovranno essere saldate entro il 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre, seguendo le scadenze indicate nella Comunicazione delle somme dovute.

Vi ricordo ancora una volta che l’omissione o il ritardo, o pagare una cifra inferiore, quindi commettere un errore nei pagamenti, comporterà la perdita dei benefici e i versamenti effettuati verranno considerati “acconto sulle somme dovute“.

Scopri altri articoli come questo sul mio sito web.