Slitta la lotteria degli scontrini fiscali 2020

Per non parlare solo di temi dove si richiedono pagamenti ed affini ecco qui un’ altra notizia fiscale che siamo sicuri ti possa interessare.

Slitta la lotteria degli scontrini fiscali

Una delle norme volute dal governo per combattere l’evasione fiscale non partirà più all’inizio del prossimo anno, ma salvo contrordini ulteriori vedrà la luce soltanto a luglio del 2020. Lo prevede uno degli emendamenti al decreto fiscale che verranno depositati in commissione Finanze.


Lotteria degli scontrini, i motivi della proroga a luglio 2020.

La partenza della lotteria degli scontrini sarà differita dal 1° gennaio 2020 al prossimo 1° luglio 2020.

La data del primo gennaio sembra irraggiungibile per diversi motivi: le istruzioni per la trasmissione dei dati degli scontrini sono state fornite dall’Agenzia delle Entrate solo a fine ottobre e i tempi per adeguarsi non sono così brevi.

Inoltre, ora il regolamento è all’esame del garante della privacy: l’Authority per la protezione dei dati personali precisa di aver ricevuto uno schema di provvedimento ancora non completo, in data 14 novembre, e di essere inoltre in attesa della necessaria valutazione di impatto prevista dalle norme.

A tutto questo si aggiungono anche i problemi tecnici evidenziati al Fisco e al Mef.


Per tutte queste ragioni l’ipotesi della proroga, almeno al primo luglio, è quella più probabile.

Si tratterebbe, peraltro, della stessa data in cui scade la moratoria per le sanzioni per gli esercenti in caso di mancato invio degli scontrini elettronici.

Un codice lotteria al posto del codice fiscale

Per superare possibili problemi di privacy legati alla eventuale profilazione di dati al momento del rilascio del codice fiscale da parte del cliente che vuole partecipare alla lotteria dello scontrino, sarà introdotto un “codice lotteria”.

Anche questo arriverà con un emendamento al decreto fiscale e sarà operativo con l’entrata in vigore della legge di conversione del Dl prevista poco prima di Natale.

Difficile pensare che per quella data l’agenzia delle Dogane e dei Monopoli sia in grado di rilasciare a tutti i contribuenti che ne faranno richiesta il nuovo “codice lotteria” entro il 31 dicembre 2019.

Motivo in più che rende di fatto necessaria di fatto una proroga dell’avvio della nuova lotteria.

Novità su sanzioni e pagamenti elettronici

Il decreto fiscale introduce una sanzione da 100 a 500 euro per gli esercenti che non consentono al contribuente di partecipare alla lotteria degli scontrini, rifiutandosi di accettare il codice lotteria e non trasmettendo gli scontrini.

La sanzione dovrebbe essere abbassata, anche se parte della maggioranza punterebbe addirittura ad abolirla.

Si punta inoltre a voler semplificare la vita chi accetta pagamenti elettronici.

E penalizzare chi utilizza i contanti.

Le novità sono contentute nell’emendamento che Gian Mario Fragomeli (Pd), relatore al Dl fiscale vuole depositare in commissione Finanze.

Se il correttivo sarà approvato per tutti gli incassi con carte di credito, bancomat, prepagate gli esercenti saranno esonerati dalla certificazione, dalla memorizzazione e dall’invio telematico dei corrispettivi.

Saranno anche esclusi dall’annotazione dei dati nel registro contabile.

Le comunicazioni verranno effettuate dagli intermediari finanziari che gestiscono le carte.

La semplificazione riguarderà tutti i titolari Iva non obbligati ad emettere fattura, come nel caso, per esempio, degli alberghi.

Rimane, invece, l’obbligo di trasmissione dei corrispettivi se il pagamento avviene in contanti o comunque attraverso strumenti non tracciabili.

Per leggere tutto l’ intero articolo come riportato su Qui Finanza, seguire il link.

Come funzionerà la lotteria degli scontrini fiscali?

Descritta per la prima volta nella Legge di bilancio 2017 (quando era prevista per l’1 gennaio 2018), sarà riservata ai maggiorenni, residenti in Italia, che effettueranno una spesa per beni o servizi di almeno un euro.

Per partecipare si dovrà comunicare il proprio codice fiscale all’esercente (prestando così il consenso ai fini della privacy), che a sua volta trasmetterà per via telematica il corrispettivo all’Agenzia delle entrate.

Quindi…

Il cittadino non dovrà conservare tutti gli scontrini o le fatture, potrà facilmente verificare la vincita online, grazie a un portale web che indicherà i ticket vincenti nell’area pubblica, con un’area personale recante i corrispettivi associati al proprio codice fiscale.

I biglietti virtuali verrebbero generati in base all’importo della spesa e le estrazioni dei codici vincenti saranno effettuate attraverso un software apposito, verificato da enti terzi autorizzati.

La vincita verrebbe notificata via pec oppure posta raccomandata.

Cosa dovranno fare i commercianti?

Il decreto Crescita ha stabilito che dall’1 luglio gli esercenti con oltre 400 mila euro di fatturato devono inviare i dati nei nuovi registratori telematici entro 12 giorni, con una moratoria sanzionatoria che, per i primi sei mesi, consentirà di registrare l’operazione entro il mese successivo.

Stesso discorso varrà per “i più piccoli” a partire dall’1 gennaio 2020.

In questo periodo transitorio, l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione entro il 29 luglio due servizi web per gli operatori che ancora non dispongono del nuovo registratore telematico, nell’area riservata “Fatture e Corrispettivi” del portale.

Sarà possibile inviando un file con i dati dei corrispettivi complessivi di una singola giornata, oppure compilando i dati richiesti. Una terza soluzione consentirà l’invio dei dati dei corrispettivi giornalieri tramite protocollo https o sftp.

Per effettuare la trasmissione telematica sarà possibile anche avvalersi di un intermediario abilitato.

Le spese escluse

La lotteria degli scontrini fiscali, detta anche dei “corrispettivi”, esclude gli acquisti fatti in qualità di professionista o imprenditore con partita Iva, nonché le spese che prevedono una detrazione fiscale (come quelle sanitarie).

In sintesi

Non sarà soggetta al divieto di pubblicità per giochi e scommesse stabilito dal decreto Dignità e avrà un fondo iscritto al Ministero dell’economia e delle finanze, con una dotazione di 3 milioni di euro per il 2020 e di 6 milioni di euro a partire dal 2021 quando, secondo fonti di stampa, le estrazioni avranno una cadenza anche settimanale.

La lotteria degli scontrini è già in uso in paesi come Taiwan, Slovacchia, Cina e Portogallo. Resta da capire la corsa al premio sarà sufficiente per ridurre l’evasione fiscale, che in Italia ammonta a quasi 100 miliardi di euro.


Ti è piaciuto l’articolo?
Commenta qui sotto e facci sapere cosa ne pensi di quest’argomento e condividi sui Social la Tua opinione a riguardo.
Vuoi aprire la Tua partita IVA? 
Hai domande su come aprire il tuo ecommerce? 
Un negozio di frutta e verdura? 
Vuoi aprire il tuo negozio da parrucchiera?
Vuoi aprire partita iva come idraulico? Elettricista? Rider per Just Eat o Deliveroo?
Vuoi saperne di più su come e cosa ci vuole per diventare autotrasportatore?
Contattaci!

+393274756858 via What’s App o telefonaci negli orari di ufficio, o mandaci pure una email esponendo il tuo caso direttamente a me: Dottoressa Romano Sabrina

Vuoi saperne di più su altre notizie e non trovi il professionista che ne parla?? Contattami.

Leggi gli altri articoli di Fiscogenova News direttamente da qui.
Ecco il nostro # hashtag : #fiscogenova , cercaci sul tuo Social preferito.

Usiamo Instagram, Telegram, Facebook, Linkedin, Reddit, Google, What’sApp, MeWe, Pinterest, Flikr, Tumblr, Twitter, Blogspot, ecc
per tenervi informati con la nostra rubrica di notizie, secondo noi, più rilevanti, non solo prettamente fiscali.

Iscriviti alla nuova Newsletter Settimanale
di Fiscogenova.



Ed ecco il nostro motto, essendo approdati anche su Podcast: #senonhaitempoperleggereascoltaci – se non hai tempo per leggere, ascoltaci su Spotify ad esempio: Podcast #fiscogenova.


Siamo presenti anche su Youtube, seguici anche tu sul nostro canale ufficiale: #fiscogenova.


Compra anche tu il mio salvadanaio consapevole!
Il Salvadanaio che ti fa risparmiare facendoti capire dove devi limitare le spese!
Il Salvadanaio consapevole
Il tuo Salvadanaio per amico!