Come aprire un negozio di frutta e verdura

Come aprire un negozio di frutta e verdura? Nel 2022.

Una domanda che mi pongono spesso durante l’anno e per questo vorrei parlarti di come un “classico” frutta e verdura, grazie al lavoro dello Studio,  può risultare non solo un pensiero ma il tuo negozio vincente!

come aprire un negozio di frutta e verdura, come aprire frutta e verdura a genova
come aprire un negozio di frutta e verdura

Prima di tutto parliamo della burocrazia… sanitaria

Le domande più frequenti riguardando prima di tutto l’utilità e l’obbligatorietà dell’attestato HACCP, ecco le 5 domande più frequenti che possiamo riassumere così:

1) A Cosa Serve l’Attestato HACCP?

L’attestato Haccp serve per certificare che il lavoratore che opera nel settore dell’industria alimentare possiede le necessarie conoscenze e competenze in materia di sicurezza ed igiene alimentare.

2) Per chi è Obbligatorio l’Attestato Haccp?

Veniamo dunque al secondo quesito, l’attestato HACCP è obbligatorio per tutti i professionisti che operano nel settore alimentare, indipendentemente dal tipo di ruolo e/o mansione svolta, che vengono raggruppati in 3 grandi categorie:

  • Addetti che non manipolano alimenti
  • Addetti che manipolano alimenti
  • Responsabili dell’Industria Alimentare

Ad oggi è possibile effettuare un unico corso, indipendentemente dalle mansioni svolte, che assicura ad entrambe le categorie una formazione completa, approfondita, certificata e a norma di legge.

Ecco ciò che riguarda gli addetti che manipolano e non manipolano alimenti, ai sensi del D.A. 275/2018 e s.m.i., emanato dall’Assessorato alla Salute della Regione Sicilia, Dipartimento per le Attività Sanitarie e Osservatorio Epidemiologico.

Il Responsabile dell’Industria Alimentare, invece, è un ruolo di primaria importanza nelle aziende alimentari, specie nella mia cara regione, la Liguria.

3) I corsi on line, elearning o e-learning, a distanza sono validi ed affidabili?

Nel settore dell’erogazione dei corsi HACCP è sempre più diffuso l’e-learning tramite la FAD, ovvero Formazione A Distanza.

Nello specifico a spopolare è la modalità e-learning che permette agli operatori del settore alimentare di provvedere alla propria formazione da qualsiasi dispositivo connesso ad internet, in ogni momento della giornata.

Ovviamente sono in molti ad avere dubbi sulla validità dei corsi HACCP online, perciò sono qui a spiegarmi e spiegare per fare chiarezza, sperando di fare cosa gradita.

In Italia a livello normativo ci sono 2 riferimenti molto importanti che ruotano intorno ai corsi HACCP in modalità FAD, elearnig o e-learning:

  • l’ordinanza numero 1179/2010 del TAR del Lazio
    che ha riconosciuto la validità della formazione a distanza per l’erogazione dei corsi in materia di H.A.C.C.P. obbligatori per legge, e
  • la sentenza numero 4290/2010 del Consiglio di Stato
    che ha confermato la sentenza del TAR Lazio che, allo stato, è da intendersi definitiva a tutti gli effetti di legge;

Quindi, in sintesi, i corsi HACCP, obbligatori ai sensi del Regolamento CE n° 852/2004, sono validi in modalità e-learning soltanto se erogati da soggetti autorizzati a farlo.

4) Chi può rilasciare attestati di formazione sulla sicurezza alimentare online?

Prima di rispondere bisogna puntualizzare che in Italia, nonostante si tratti di un Regolamento Europeo, la normativa relativa all’HACCP ha carattere regionale, e ciò garantisce alle regioni l’autonomia decisionale per autodisciplinare la materia della sicurezza alimentare.

Si può, dunque, dire che gli unici soggetti autorizzati ad erogare corsi HACCP online sono coloro che risultano accreditati presso la regione nella quale operano come formatori tramite validazioni UNI EN ISO, certificazioni di validità riconosciuti dagli Enti preposti.

5) Dove poter comprare / accedere a questo corso?

Dove poterlo comprare? Ma si può fare on line, a distanza, secondo i miei orari di pausa, mentre sto facendo altro?

Se solo si potesse fare il corso di notte…

Ecco alcune delle più frequenti domande che mi arrivano in studio, sia di persona, che tramite telefonate sia via email e What’sapp.

Ecco il link diretto al sito web che consiglio di solito:

HACCP: Igiene Alimentare per Bar, Ristoranti, Alberghi ed Industrie Alimentari del noto sito web ElearningFacile.

La durata di validità di un attestato HACCP varia da regione a regione, qui in Liguria dura 4 anni, ad ora Aprile 2021, in base alla delibera della Giunta regionale della Liguria, n. 793 del 29/06/2012.

Ci sono figure che sono esonerati a tale corso?

ATTENZIONE: sono esonerati dall’obbligo di conseguire l’attestato i possessori seguenti diplomi di scuola superiore:

  • Diploma di Istituto alberghiero
  • Diploma di Istituto per l’agricoltura o agrotecnici

Ora proseguiamo con l’iter burocratico fiscale, per avviare un’attività sarà poi sufficiente:

  • avere un buon Commercialista come me, che ti possa Realmente aiutare, consigliare, farti sapere se puoi accedere a qualche agevolazione particolare, che abbia già clienti del Tuo settore per essere sempre sul pezzo, ecc,
  • iscriversi presso la Camera di Commercio al Registro Delle Imprese,
  • aprire una Partita Iva seguendo le tue idee e i miei consigli,
  • aprire le posizioni fiscali e previdenziali INPS ed INAIL,
  • dare comunicazione certificata di inizio attività al Comune entro 30 giorni dall’avvio,
  • aprire un indirizzo email “PEC” (attenzione la tua banca può averti già fornito di una PEC)
  • dare comunicazione di avvio dell’attività ai vari enti tramite Comunicazione Unica da inviare alla Camera di Commercio in forma telematica con posta elettronica certificata, PEC
  • richiedere il permesso di esporre l’insegna al di fuori del punto vendita,
  • creare e/o farsi creare logo insegna / chiedere al comune le “misure” per quest’ultima, ecc
  • N.B.!!! – > Non è necessario aprire un conto corrente “nuovo” solo per la nuova attività commerciale se si apre in modo “individuale”.

Quanto costa aprire un negozio di frutta e verdura?

Dipende :) Inizi da 0 o parti da un’attività già avviata?

Lo arredi o è già arredato o parzialmente soddisfacente?

Ti serve la cella frigorifera o è già all’interno del locale?

Oppure via al minimalismo e lo arredi alla Masterchef, pieno di bancali? 

Quindi scaffali, banconi, registratore di cassa telematici con bilancia incorporata, contratti di utenze…. eventuale affitto dei muri e/o gestione del Negozio…

se ci sono dipendenti, quanti, orario e mansioni … allo scarico merci ci hai già pensato?

Per lo smaltimento rifiuti? Hai pensato a come combattere lo spreco alimentare?

Combatti anche tu lo spreco alimentare, ecco che App consiglio di usare sia se hai un negozio che come cliente:

Vendi il tuo invenduto su Too Good To Go.

Avanzi o alimenti invenduti?

Convertili in guardagno su Too Good To Go. App Scaricabile: Salva il cibo, aiuta il pianeta.

Scelta del locale idoneo

Metterti alla ricerca della giusta location per il negozio, sarà il secondo Step.

Ai miei clienti consiglio, per questo genere di Negozio, di valutare non solo la zona con altre attività commerciali, come gastronomie, macellerie, pescherie ed altro, ma anche una presenza dove manca questo tipo di servizio, e/o possibilità di posteggio auto / scooter / moto ecc.

Con la tua attività vicino ad altri venditori al dettaglio di altro genere poso attirare in modo indiretto clienti che, senza di te, sarebbero costretti ad andare al supermercato.

Il locale con una metratura a partire dai 40 metri quadrati a crescere potrà avere più spazio per contenere non solo la frutta e verdura, ma anche una cella frigorifera e…. i clienti!!! :)

N.B. Quando telefoni per un Negozio in vendita o in altra forma, chiedi anche una documentazione dei “cespiti” ecc..

Qualità o convenienza? Che tipo di negozio è il tuo?

Convenienza: per te, o per i tuoi clienti?

Oppure la seconda opzione: qualità nei prodotti.

Ecco, in più di 20 anni di esperienza, le differenze sostanziali che dividono, sostanzialmente sono queste 2.

Convenienza: grazie a dei produttori, selezionati, che ti venderanno a prezzi ridotti la merce di “seconda scelta”:
dimensione, bellezza e olio di gomito possono generare il prezzo di vendita, quindi si punta al flusso di vendita perchè magari il tuo “margine è risicato al massimo per “spuntare” sulla concorrenza.

Qualità: prezzi più cari per prodotti più belli e buoni… e grandi?  Magari anche BIO? E a Km 0, no?

Queste sono le vie giuste, secondo me, per chi punta sulla qualità!

Bisogna poi essere capaci anche a comunicarla e a raccontarla! Anche in questo caso con il SEO e strategie che posso consigliare, grazie al Digital Marketer di riferimento interno, possiamo aiutarti al meglio!

E qui, con quest’ultima frase, ho iniziato a parlarti di come puoi fare la VERA differenza! :)

I Social e il Digital Marketing ci sono, no? Beh sfruttiamoli al meglio!

Content Marketing, Digitalizzazione, Google, foto, Impression, Stories, Hashtag, Impressum!

Quanti paroloni, ma questo può rendere il Tuo negozio di Frutta e Verdura a Genova, l’arma vincente rispetto “agli altri”! Lavoro a stretto contatto con un collaboratore per poter assistere al meglio, perchè, per come la penso io, il cliente lo vorrei seguire in toto, se lo chiede.

Immaginate un “Besagnino 2.0!” – In genovese lo chiamiamo così il negozio frutta e verdura.

Occhio a non esagerare però: TRASFORMARE non puoi se il tuo codice ATECO, codice attività, non te lo permette!

Per esempio preparare un minestrone già cotto con le tue verdure, creare uno Smoothies, o un estratto, o una centrifuga “stellata”? NON puoi crearla se non hai il permesso!

Informati con Noi, per sapere come dare sfogo al tuo “cruditè” interiore :), sfruttare il take away via App, ecc, come iniziare a fare le consegne a domicilio.

Questa Pandemia, Covid-19, ha dato il “La” alla creazione di nuove attività qui a Genova, e da te?

Il tuo “besagnino” di fiducia, ti consiglia delle ricette con i suoi prodotti? I “bundle” creativi :)

Quanto si guadagna?

I prodotti possono oscillare da pochi € ai 7 € o ancora di più, magari se si vende anche il frutto del Drago del famoso fumetto di Akira Toiyama: Dragon Ball!

Beh, si può calcolare, dunque, un buon fatturato medio, con fatturati anche di 9999 € annui o ancora di più se si vendesse ad esempio casse di Anguria Densuke grazie ai suoi 5000 € richiesti, a frutto, per 17 Kg medi!

Incasso medio negozio frutta e verdura.

L’incasso medio per questo tipo di attività potrebbe essere di qualche migliaio o più mila euro.

Ma come nel Marketing, ecco la parola più usata… Dipende…

Ma io sono qui apposta per tirare giù numeri reali per solide realtà… immaginarie …

#Fiscogenovainpillole: e tu lo sapevi? #sapevatelo

E’ veramente BIO? Leggi bene le etichette, se è veramente BIO troverai: Nome dell’azienda BIO, regime controllo CEE di riferimento, data di raccolta, produzion o macellazione, da dove proviene, chi è l’ente certificatore e il codice d’azienda e, at last but not least, la confezione non è MAI creata con contenitori di (-C2H4-)n: ovvero di Plastica, o materiali sintetici


Compra anche tu il mio salvadanaio consapevole!
Il Salvadanaio che ti fa risparmiare facendoti capire dove devi limitare le spese!
Il Salvadanaio consapevole
Il tuo Salvadanaio per amico!
Ti è piaciuto l’articolo?

Commenta qui sotto e facci sapere cosa ne pensi di quest’argomento e condividi sui Social la Tua opinione a riguardo. Vuoi aprire la Tua partita IVA come Rider o Fattorino? Contattaci!
3923997758 via What’s App o telefonaci, o mandaci pure una email esponendo il tuo caso a: Dottoressa Romano Sabrina

Vuoi saperne di più su altre notizie e non trovi il professionista che ne parla?? Commenta qui sotto e dicci la tua!

Ecco gli altri articoli.

Hai saputo le ultime notizie utili ? Ecco, qui una lista delle notizie più utili, secondo noi.

Ecco il nostro # hashtag : #fiscogenova cercaci sul tuo social preferito.

Usiamo Instagram, Telegram, Facebook, Linkedin, Reddit, Google Business, What’sApp, MeWe, Pinterest, Flikr, Tumblr, Twitter, Blogspot, ecc per tenervi informati con la nostra rubrica di notizie, secondo noi, più rilevanti, non solo prettamente fiscali.

Ecco le altre notizie utili: Clicca qui per visionarle



Ed ecco il nostro motto, essendo approdati anche su Podcast: #senonhaitempoperleggereascoltaci – se non hai tempo per leggere, ascoltaci su Spotify ad esempio: Podcast #fiscogenova.

Siamo presenti anche su Youtube, seguici anche tu sul nostro canale ufficiale: #fiscogenova.

*Ecco qui, per avere l’esonero, l’elenco titoli, da controllare regione per regione, seguendo i DPCM che sono usciti nel tempo.