Anticipo della NASpI: l’INPS chiarisce come funziona

Anticipo della NASpI: l’INPS chiarisce come funziona

Le istruzioni per l’esenzione fiscale degli importi di NASpI anticipata in caso di sottoscrizione di quota in cooperativa e per la rioccupazione con altro datore di lavoro, come precisato dalla Circolare Numero 178.

Ma cosa vuol dire questo Acronimo?

La Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI) è una indennità mensile di disoccupazione avente la funzione di fornire una tutela di sostegno al reddito ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione.

Che differenza c’è tra NASpI e Disoccupazione?

L’indennità di disoccupazione è una prestazione a sostegno del reddito concessa a quei lavoratori che hanno perso involontariamente la loro occupazione.

A seconda dei casi, l’indennità si distingue in: Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NASpI) e Assegno di Disoccupazione (ASDI)


L’INPS comunica che non è imponibile l’anticipazione della NASpI per la quota di partecipazione in un società cooperativa con rapporto di lavoro, come comunicato 3 giorni fa, il 26 Novembre 2021.


Si prevede che il lavoratore può richiedere la liquidazione anticipata, in un’unica soluzione, della prestazione spettante e non ancora erogata per:

  • avviare una attività lavorativa autonoma o di impresa individuale
  • sottoscrivere una quota di capitale sociale di una cooperativa che preveda la prestazione lavorativa da parte del socio.


Per questa seconda scelta, si è tenuti, ai fini del riconoscimento dell’esenzione, ad allegare alla domanda di anticipazione i documenti di seguito elencati:

  • attestazione di avvenuta iscrizione della cooperativa nel Registro delle imprese presso la Camera di Commercio e nell’Albo nazionale delle società cooperative unitamente all’indicazione degli estremi per la successiva verifica
  • stralcio dall’elenco dei soci corredato da una dichiarazione del Presidente della cooperativa attestante l’avvenuta iscrizione dell’interessato e l’attività allo stesso assegnata
  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà in cui il richiedente dichiara di destinare l’intero importo percepito al capitale sociale della cooperativa interessata entro il termine per la presentazione della dichiarazione relativa all’anno di imposta in cui è stata percepita la prestazione

Non possiedo ancora tutti i documenti… che fare?

Se non si possiede tutta la documentazione sopra elencata di sola anticipazione NASpI, verrà istruita lo stesso, e, se accolta ovviamente, le somme erogate saranno regolarmente soggette alla tassazione prevista per l’anticipazione NASpI.

Viene inoltre precisato che il provvedimento dell’Agenzia delle entrate del 17.6.2021 prevede che l’Istituto non applichi le ritenute alla fonte sulle somme erogate a titolo di anticipazione NASpI ma che si certifichi in qualità di sostituto d’imposta l’erogazione di tali trattamenti nel modello di Certificazione Unica.

Come funziona in caso di rioccupazione nel periodo di spettanza anticipata?

Possiamo evincere dalla Circolare N° 178 che nel caso in cui l’assicurato che ha percepito la NASpI in forma anticipata instauri – prima della scadenza del periodo per cui è riconosciuta la NASpI – un rapporto di lavoro subordinato con un datore di lavoro diverso dalla cooperativa di cui ha sottoscritto una quota, questi è tenuto alla restituzione dell’intera somma percepita a titolo di anticipazione NASpI. 

Per leggere per intero tutta la Circolare N° 178 seguire il link.

Cosa fare quando finisce il periodo di erogazione?

Per chi ha terminato la NASpI e la Dis-coll dal 1° Luglio 2020 al 28 febbraio 2021, è possibile inviare la domanda REM entro il 30 Aprile 2021, per coloro che sono in possesso di un ISEE in corso di validità inferiore a 30.000 euro.

Chi prende la NASpI può richiedere il reddito di cittadinanza?

C’è compatibilità tra le due misure, ma il riconoscimento dell’indennità NASpI, comporta una riduzione dell’importo nella card del Reddito di Cittadinanza.

Chi percepisce la NASpI può richiedere il reddito di emergenza?

Sono misure di sostegno al reddito compatibili fra loro ma raramente ho visto pratiche di rapporto fra queste 2 indennità di disoccupazione, Cassa integrazione e Reddito di Emergenza, insieme. I percettori di NASpI, Dis-Coll e CIG possono ottenere il REM a condizione che i requisiti reddituali e patrimoniali vengano rispettati.

Quanto dura l'”aiuto” dopo i 50 anni?

A decorrere dal 1° Maggio 2015, i disoccupati over 50, hanno diritto ad una disoccupazione NASpI, pari alla metà delle settimane lavorate negli ultimi 4 anni.

Come comunicare nuovo lavoro se si percepisce l’indennizzo?

Il modulo NASpI è un modello telematico, utilizzato da tutti i disoccupati percettori, che devono comunicare all’Inps, entro 30 giorni: le variazioni di indirizzo o le nuove modalità di pagamento.

In questo ultimo caso bisogna allegare il modello Sr163, salvo ulteriori modifiche di legge.

Potete seguire questo Link per consultare i Moduli Inps.


Ti è piaciuto l’articolo?
Commenta qui sotto e facci sapere cosa ne pensi di quest’argomento e condividi sui Social la Tua opinione a riguardo.
Vuoi aprire la Tua partita IVA? 
Hai domande su come aprire il tuo ecommerce? 
Un negozio di frutta e verdura? 
Vuoi aprire il tuo negozio da parrucchiera?
Vuoi aprire partita iva come idraulico? Elettricista? Rider per Just Eat o Deliveroo?
Vuoi saperne di più su come e cosa ci vuole per diventare autotrasportatore?
Contattaci!

+393274756858 via What’s App o telefonaci negli orari di ufficio, o mandaci pure una email esponendo il tuo caso direttamente a me: Dottoressa Romano Sabrina

Vuoi saperne di più su altre notizie e non trovi il professionista che ne parla?? Contattami.

Leggi gli altri articoli di Fiscogenova News direttamente da qui.
Ecco il nostro # hashtag : #fiscogenova , cercaci sul tuo Social preferito.

Usiamo Instagram, Telegram, Facebook, Linkedin, Reddit, Google, What’sApp, MeWe, Pinterest, Flikr, Tumblr, Twitter, Blogspot, ecc
per tenervi informati con la nostra rubrica di notizie, secondo noi, più rilevanti, non solo prettamente fiscali.

Iscriviti alla nuova Newsletter Settimanale
di Fiscogenova.



Ed ecco il nostro motto, essendo approdati anche su Podcast: #senonhaitempoperleggereascoltaci – se non hai tempo per leggere, ascoltaci su Spotify ad esempio: Podcast #fiscogenova.


Siamo presenti anche su Youtube, seguici anche tu sul nostro canale ufficiale: #fiscogenova.


Compra anche tu il mio salvadanaio consapevole!
Il Salvadanaio che ti fa risparmiare facendoti capire dove devi limitare le spese!
Il Salvadanaio consapevole
Il tuo Salvadanaio per amico!